Tutorial: Costruire un semplice strumento da modellismo per levigare.

Levigatore a molletta ^_^ (by alessino) Lo scopo di questo tutorial è di arrivare ad avere uno strumentino pratico e facile da utilizzare. In genere durante la realizzazione di un modello ho due necessità di levigatura: su un area ridotta o su una superfice più ampia. Nel primo caso ho bisogno di un’area abrasiva il più possibile “puntiforme”, mentre nel secondo caso avrei bisogno di un “piano”, simile a quello di una lima. La soluzione cui ho pensato è questo sopporto, ricavato da una semplice mezza molletta, con avvolto attorno un anello di carta vetrata.


Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)La base di partenza è mezza molletta, in plastica. La forma, ovviamente, dipende dalla disponibilità. Le parti che interessano a noi sono la punta e la parte piana inferiore. Eventualmente conviene dare una veloce smerigliata a tutti gli spigoli, togliere eventuali sbavature e sgrassare la molletta per favorire l’incollaggio. Arrotondare gli spigoli aiuterà lo scorrere della carta abrasiva. E’ importante verificare che le aree che utilizzeremo durante la smerigliatura siano piane e senza bave, altrimenti facendo pressione la carta appoggerà su questi e tenderà a bucarsi, oltre che a creare problemi.

Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Prima operazione quindi è eliminare tutte le parti inutili e rendere piane e pulite le parti su cui appoggerà la carta.

Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Per realizzare le sponde utilizzo del plasticard da 1mm. Traccio il profilo della molletta, lasciando circa 1mm di contorno, tanto poi andrà rifilato una volta asciutta la colla.

Levigatore a molletta ^_^Una volta ritagliate le due sponde è tutto pronto per la colla. Le prime volte usavo la colla per plastica (Tamiya Tappo Arancio o simili) ma i risultati erano troppo discontinui. Ho scoperto che mentre per il plasticard è ottima, per la plastica delle mollette spesso ha lo stesso effetto dell’acqua tiepida. Ora per non avere sorprese uso la bicomponente 6 minuti, che ha il pregio di fornire un incollaggio tenace e leggermente elastico, ottimo per un utensile che verrà manipolato spesso.

Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Mettete in morsa il quasi terminato utensile per il tempo necessario al tipo di colla utilizzato.

Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Una volta che la colla è asciutta bisogna decidere cosa eliminare e cosa tenere. Solitamente ritaglio il bordo attorno alla punta, attorno alla parte posteriore e a quella inferiore.

Inoltre ritaglio una finestrella in un lato della parte superiore per favorire l’inserimento della puntatrtice per cucire il nastro abrasivo.


Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Ecco lo strumentino finito. Le ultime cose da fare sono una ripulita generale e una smerigliata per eliminare le ultime sbavature rimaste.


Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Per fissare l’anello di nastro uso dei punti metallici. Tengo fermo il nastro sulla punta e cucio l’anello. L’anello dovrebbe essere abbastanza largo da poter scorrere senza problemi ma non troppo, per non ballare, diminuendo il controllo.

Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Levigatore a molletta ^_^ (by alessino)Una volta terminato lo si può utilizzare sia “di punta”, per levigare punti specifici o di piatto.
Buon divertimento!

Lascia un Commento, lo apprezzerò molto!