2874680179_b886333056

Realizzare uno stampo in silicone per le figures – parte seconda.

Rieccoci alle prese con il nostro stampo in silicone.

Passate le 18 ore perchè il silicone indurisca (vulcanizzi) completamente, è il momento di tagliare lo stampo.

Prima di tutto due parole sul silicone rimasto in giro. Gli utensili e il contenitore graduato che avete usato per preparare il silicone ora sono pronti per essere puliti. Una volta asciutto, il silicone si staccherà senza nessun problema, lasciando tutto lindo e senza tracce. Bello eh?

 Smontate il contenitore di Lego ed estraete lo stampo.

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

Se notate le tracce di silicone insinuato tra i mattoncini, potrete capire la capacità di penetrazione e di riproduzione di dettagli di questa sostanza.
Rimuovete dallo stampo il pongo che avevate utilizzato per sostenere l’originale. Il pongo ha creato anche il canale di alimentazione, che verrà utilizzato per versare la resina nello stampo.

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

Ora è arrivato il momento più delicato del processo, il taglio dello stampo.
Dotatevi del taglierino più affilato che avete, consiglio un buon taglia balsa con una lama nuova o comunque in eccellenti condizioni.
Iniziate a tagliare, cercando di mantenere un andamento ondulato e non lineare. Più frastagliato sarà il taglio, meglio terrà il silicone una volta richiuso e pronto per la colata.

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

Tenete separate le due parti con le dita mentre tagliate, incidendo con delicatezza… ricordatevi che dentro c’è ancora l’originale!!!
Non è necessario tagliare completamente in due lo stampo, fermatevi quando il pezzo è in grado di uscire.

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

Una volta estratto l’originale, lo stampo è pronto per la colata.
Per le riproduzioni, uso la resina bicomponente Sintafoam 1.1 della Prochima (http://www.prochima.it/pages/sintafoam11.htm). Essendo una resina bicomponente è formata da due componenti che vanno mischiati assieme. Fortunatamente questi possono essere uniti in rapporto 1:1 in volume, quindi basta prelevare la stessa quantità di sostanza, senza bisogno di pesarli.

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

Per farlo potete usare due siringhe graduate oppure due bicchierini
Se usate le siringhe, vi consiglio di riportare su ogni siringa la lettera “A” o “B” e di usarle sempre per lo stesso componente.
Se i due componenti si mischiano nella siringa, una volta che la resina è indurita dovreste buttarla.
Una volta che avete preso la stessa quantità dei due componenti, sono pronti per essere mischiati.

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

Come per il silicone, per diminuire al minimo l’inclusione di aria, mescolate lentamente. Mischiate i componenti per 20 secondi e poi colateli nello stampo.

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

La resina ha un tempo di indurimento di 5 minuti circa, quindi dovete essere sicuri di avere tutto pronto per la colata prima di iniziare a lavorare la resina.
Mentre colate potete inclinare lo stampo o dargli qualche leggero colpo per essere sicuri che la resina raggiunga ogni punto.
Lasciate riposare lo stampo chiuso per circa 20 minuti, dopo di che aprite lo stampo e rimuovete il pezzo!

Tutorial, realizzare uno stampo in silicone per bambole

Come vedete, se tutto è andato correttamente, originale e copia sono assolutamente identici!
In questo caso se andate a vedere la foto a dimensione originale vedrete che è stato riprodotto anche lo spessore dell’adesivo con la scritta “Pinky:St”!!!

Making a silicone mold - Part 2

Il tutorial è concluso, solo alcune raccomandazioni:

  • agitate bene i contenitori della resina poi apriteli e lasciateli “sgassare” almeno 20 minuti prima di usarli, se lo fate prima vedrete che il liquido sarà pieno di bollicine, che rovineranno irrimediabilmente il risultato finale.
  • a seconda del materiale che andrete ad utilizzare leggete attenteamente le istruzioni e attenetevi scrupolosamente.
  • i materiali usati non sono pericolosi, ma possono essere tossici se ingeriti o se vengono a contatto con ferite aperte, quindi usate sempre i guanti e prestate attenzione.
  • non c’è un metodo semplice per misurare preventivamente la quantità di resina che vi serve per un determinato pezzo, il mio consiglio è di iniziare abbondanti e di tenere un quaderno con le dosi usate, poi l’esperienza farà il resto.

Buon lavoro, ma soprattutto… buon divertimento!

28 pensieri su “Realizzare uno stampo in silicone per le figures – parte seconda.”

  1. ciao..ho gia commentato sul sito di ultramini..ma forse per i commenti guardi questo sito..quindi lo riscrivo qui ^^
    innanzitutto volevo farti i complimenti per i lavori e soprattutto per i fantastici tutorial :D..era un po’ che cercavo un modo per creare le mie action figures!! :3
    per qst volevo farti qualche domanda:
    1-io nn ho action figures gia pronte, ma voglio crearmele..va bene fare il prototipo in creta e poi fare la colata in silicone?
    2-alla fine..il risultato in resina risulta duro come se fosse di plastica?ma se c’è qualche imperfezione da togliere o parti da aggiungere..si può o il risultato nn si può modificare??
    3-la colorazione:a casa ho un depliant fantastico sui pantoni TRIA della LETRASET(il sito è http://www.letraset.com)..nn so se li conosci…e ho visto che ai pantoni si può applicare un aerografo!in sostanza questi pantoni venno ricaricati con inchiostri e non cn colori acrilici, qst inchiostri possono andare bene sulla resina?devo mettere qualcos’altro sulla resina prima del colore?
    ok..credo di averti chiesto tutto..scusa per l’invandenza ^^
    complimenti ancora e grazie
    ciau xD

    1. Ciao! ^^
      Intanto grazie per i commenti, ti avevo risposto anche sul sito vecchio, ma come leggerai, preferisco spostare i tutorial e le lavorazioni su Custom!.

      Per quanto riguarda le tue domande:
      1) la creta va benissimo, come il pongo, la plastilina e _quasi_ ogni materiale modellabile. E’ da evitare la plastilina economica, perchè contiene zolfo che spesso inibisce il processo di indurimento del silicone e ti ritroveresti con una colla appiccicaticcia che ricopre il modello! Verifica sempre prima con un pezzettino.

      2) la resina indurita è dura, dura come plastica, per darti un idea è un materiale simile alla plastica ABS, comunque per darti un idea… si, è dura ma allo stesso tempo abbastanza flessibile. Oltre il punto di flessione massimo si spezza in due pezzi netti.

      3) per colorarlo io uso esclusivamente colori acrilici, pennello o aerografo dipende da che tecnica preferisci. per i pantoni vedo principalmente un problema di presa e di trasparanza. Non penso che tu riesca ad ottenere un effetto coprente, visto che i pantoni sono famosi soprattutto per la possibiltà di usarli per velare i colori uno sopra l’altro. Poi anche asciutti penso che rimarrebbero poco sul modello e molto sulle dita la prima volta che lo prendi in mano ^^. Comunque la sperimentazione è l’anima di questi lavori… quindi se vuoi, perchè non provare? Prima di ogni colorazione ti consiglio comunque sempre una mano di primer spray acrilico, ottimo è il Tamiya in bomboletta, lo trovi in tutti i negozi di modellismo. C’è in due colori, bianco e grigio. Il bianco è molto fine, il grigio è un po’ più grosso e serve anche a livellare qualche piccola imperfezione. Inoltre il prime ti serve come base colore, quindi scegli in base ai colori che userai sopra (colori chiari, primer chiaro, colori scuri primer scuro) ^^

      Scrivimi quando vuoi, mi piace scambiare pareri!

  2. @Alessino
    ooh t ringrazio tanto ^-^
    ma quindi se risultano imperfezioni sul lavoro in resina..si può ad esempio livellare cn della carta vetrata..o non esiste proprio? 😀
    ok..infatti anch’io pensavo di utilizzare esclusivamente colori acrilici..in efetti li preferisco e li conosco meglio ^^
    mi interesserebbe molto un giorno acquistare un bell’aerografo ^^..adoro l’effetto sfumato che può fare..e che col pennello non saprei proprio dare!:P
    xò non vorrei acquistare una cosa esageratamente costosa che poi magari non so nemmeno usare :'(
    ho visto su internet che costano parecchio (tipo 200 euro o.O)..ma nn c’è qualcosa di più economico?tu cosa usi?
    poi ovviamente ogni volta bisogna comprare la ricarica con il colore..giusto?
    mah..comuque x adesso..visto che sono alle prime armi e sarebbe la prima volta che costruisco da zero un action figure (il mio sogno ^^)..penso che prima vedrò se riesco a utilizzare bene silicone e resina (grazie ai tuoi superutili tutorials)..e poi vedrò il colore ^^
    con molto piacere..sta tranquillo che qnd inizierò con il silicone ti romperò tutto il giorno 😀 😛
    grazie ancora e buona giornata ^^
    ale

    1. Certo, puoi carteggiare senza problemi… se poi hai problemi tipo graffi o piccoli “buchi” puoi usare dello stucco apposta (sempre Tamiya) che serve proprio per sistemare le piccole imperfezioni su resina e plastica.

      Per gli aerografi ce ne sono di ottimi anche a 40€, dipende da cosa ti serve… per il 90% dei miei lavori io uso un aerografo pagato 35€ e mi trovo benissimo. Diciamo che il problema dell’aerografo è di dotarsi di un compressore decente e quelli non costano meno di 100€/120€

      Comunque pensavo di postare un po’ di articoli anche su aerografi e colori… quindi seguici. P.s. se vuoi puoi iscriverti, così non devo più approvare i commenti!

  3. @Alessino
    haa bene..x fortuna ^-^
    ahh ecco..ad esempio questa cosa sugli aerografi non la sapevo!!ok..comunque ho capito..grazie 😀

    ooh si certo..ma penso d essere gia iscritta!ho fatto il login!!
    dimmi tu se devo fare in un altro modo ^^
    ciao

  4. http://www.flickr.com/photos/40127331@N04/4882394810/
    ciao sono DEDO e leggendo i tuoi tutorial mi sono reso conto di non sapere da dove iniziare per fare stampi siliconicie relative colate.
    ti ho mandato il link dove puoi vedere l’originale che ho fatto che vorrei riprodurre.
    sono 3 pezzi: corpo, braccio e testa.
    in tutto alti 17 cm circa, io vorrei usare resine trasparenti colorate o con glitter….insomma ho bisogno di un aiuto, sono molto confuso e incompetente!!!
    puoi darmi il tuo n° di tel o se non gradisci darlo, puoi chiamarmi tu allo **********?
    con le mail non credo di poter risolvere tutti i miei dubbi
    grazie ciao DEDO

  5. Volevo chiedere ma per fare questo lavoro si può usare anche il normalissimo silicone che si usa in casa?
    E un’altra domanda, questo stampo si può usare anche per il fimo?

    1. No :) Il silicone normale si incollerebbe al master e non avrebbe comunque le caratteristiche tali da mantenere il dettaglio necessario.

      Tocca proprio usare i siliconi da stampo!

  6. Una domanda ma per far durare nel tempo lo stampo??? a me dopo un po di mesi diventa gommoso, e a volte appiccicoso, rendendo difficile la replica dei pezzi…

    1. Ciao,
      io li cospargo (leggermente!) di borotalco, poi li infilo nei sacchetti per i surgelati e li tengo in posto al riparo dalla luce (un cassetto va benissimo). Prima di usarli basta una sciacquata con acqua fresca.

  7. Ciao Alesino,
    volevo chiederti un consiglio per poter applicare questa tecnica.
    io vorrei provare a realizzare degli stampi in silicone per riprodurre le miniature di warhammer, io ho già eseguito una prova ma non è andata a buon fine allora vorrei avere da te delle dritte.
    dovrei provare a riprodurli a pezzi divisi o posso anche farlo a pezzi montati???

    rimango in attesa di una tua risposta

    1. Ciao Marco,

      prima di tutto ti consiglio di chiamarle “miniature in 28mm” e di non usare nomi specifici, altrimenti quelli della GW ti arrivano a casa. Sul serio, non scherzo 😀
      Passando alle cose serie… le miniature così piccole possono essere difficili da duplicare, però per darti qualche consiglio specifico dovrei sapere che tipo di problemi hai incontrato.

      Intanto però, per risponderti, posso dirti che in genere si possono duplicare anche intere, ma dipende dal pezzo specifico.

      Ciao!

      1. Ciao Alesino,
        Hai perfettamente ragione x la prima parte del mex.
        Allora in poche parole il problema ke ho riscontrato è stato quella dell’estrazione del oggetto dal silicone.
        Come tecnica e procedimento è lo stesso ke hai spiegato tu ma data la complessità della miniatura in 28 mm nn so cm posizionare l’oggetto.
        Come posso fare per mostrarti il modello che vorrei duplicare cn questa tecnica???
        Hai qualche altro suggerimento o trucco da consigliarmi???

  8. ciao! volendo ricreare una action di colore TRASPARENTE , che materiale posso usare per fare la colata ? e’ possibile ?

    grazie mille

  9. ciao, complimenti grande guida!!!
    io non faccio modellism ma ho un vecchio calcetto con dei ganci dove vanno ad attaccarsi i giocatori…ormai sono pezzi introvabili.
    devo ricreare il gancio che per darti un’idea ha una dimensione di 1 cm cubo circa….avrei una domanda prima di provare: la resina sintafoam diventa dura (ed elastica) come la plastica? perchè se fosse molle non andrebbe bene, se fosse troppo rigida si spaccherebbe presto….se no ci sono altre resine più adatte al mio scopo?
    dove mi devo iscrivere per seguirvi? sono capitato qui per caso….
    bravissimo… ciao

    1. Ciao Luca,

      la resina Sintafoam è una resina poliuretanica, un buon prodotto in termini di resistenza e durezza, in tutto assimilabile alla “plastica” genericamente detta. Non ha però caratteristiche meccaniche eccezionali, è comunque un prodotto più orientato al modellismo, quindi non so se potrebbe resistere alle sollecitazioni del gioco.

      In genere, quando si colano i pezzi in resina, se si necessitano caratteristiche meccaniche superiori, si usa la resina epossidica, magari ulteriormente caricata con la fibra di vetro (che poi vuol dire che nello stampo, prima di mettere il pezzo si mette della fibra di vetro in modo che la resina prima di indurirsi la inzuppi).

      Comunque, ti consiglio di provare prima con la resina poliuretanica, che è la più facile da usare e più semplice da reperire, se poi dovesse essere insufficente come resistenza, passare all’epoxy, tenendo presente che lo stampo in gomma può rimanere lo stesso.

      Poi, se vuoi qualche consiglio più circostanziato, puoi provare a mandarmi una foto del pezzo da replicare, con magari un riferimento alle dimensioni reali (la classica monetina messa vicino va benissimo :D)

      Ciao!

  10. Ciao! Complimenti per il tutorial! Ti scrivo per chiederti se sia possibile creare, grazie allo stampo in silicone, pezzi sottili di gomma (quindi flessibili). Lo scopo è quello di creare scritte e loghi per il cosplay o semplicemente per abbellire delle t-shirt. Per il materiale non saprei quale scegliere nello specifico, so solo che si tratta di gomma liquida, ma proprio non saprei se sostituire la resina con questo materiale sia una cosa fattibile.

    1. Ciao, si, è possibile. Esiste un prodotto che si chiama “gomma poliuretanica” (o elastomero poliuretanico) che come la resina poliuretanica è formato da due componenti che vanno mischiati assieme e colati. Una volta catalizzata però ha le caratteristiche della gomma e non della plastica.

  11. Ciao,
    Ho acquistato il sintafoam 1:1 e vorrei sapere se è possibile colorare la resina prima della colata. I colori dovrebbero risultare abbastanza brillanti e stavo pensando ad aggiungere dei glitter. Secondo te è possibile? Potrebbe creare problemi alla durezza del oggetto da me creato? Potrei usare anche dei pigmenti qualunque in commercio?
    Grazie.

    1. Vanno bene i pigmenti in polvere, le aniline e in genere qualunque pigmento o colorante purchè NON contenga acqua. Fai delle prove, se la resina si gonfia e fa schiuma vuol dire che il pigmento/colorante contiene acqua.

  12. ciao spero tu legga ancora questi commenti, seguento il tuo tutorial sto clonando un action figure dei megablocks in tutte le sue piccole parti, ho creato lo stampo ma quando colo la resina nonostante ci siano buichi di entrata ed uscita continuo ad avere bolle d’aria enormi!
    considerato che i pezzi sono massimo di 1cm puoi suggerirmi qualche trucco? uso la resina che hai tu in foto!

Lascia un Commento, lo apprezzerò molto!