Archivi categoria: attrezzatura

Attrezzi e attrezzatura per il modellismo. Tools, colle, utensili, colori.

Gunpla Builders Parts HD Review – MS Spike 01 & MS Vernier 01

Bandai released a bunch of option parts set for detailing gunpla kits called “Builders Parts HD“. I’ve just acquired two sets dedicated to Spikes and Thrusters, called “MS Spike 01” and “MS Vernier 01“.

They are high quality plastic parts, with a lot of different possibility of combining, and a thing i really appreciate, they came with many pieces for every kit (any spike and vernier kind come in 4 copies each).

The spikes are subdivided in two parts, a base and the spike itself. All the bases are detailed also on the inside and could be used also withous spikes. One of them have some grooves that can further detailed with mini bolts while the spikes comes in two different heights and a bolt.

The verniers also can be combines, with an inner and outer part and also if  very well detailed, there is still space for more work, if you need a “unique” look on your piece.

I think there’s no more to say and the more interesting thing is to watch at the pics :)

For those who have asked me, i bought mine from friends at Starshop Brescia (www.starshopbrescia.com).

Gunpla Builders Parts HD

Builders Parts HD: MS Spike 01

Builders Parts HD: MS Vernier 01

Simple tool to create scale models rivets.

This is a really simple tool to create rivets onto your scale models. I think the pic is quite explaining, you’ve just to make a V cut on the border of a various size copper tubes, mount them on a handler, use a styrene strip with the same size hole as a guide, and gently turn the tool many times, clockwise and anti-clockwise.

You can clean the obtained rivet with a fine grain sandpaper or with a drop of thin glue, like Tamiya Extra Thin Glue.

Have a good time modeling!

Simple Rivet Tool

Hand made sculpting tools for miniatures

After reading the various tutorials on http://sculptingtools.blogspot.it/ i try to create some sculpting tools by myself.

The idea is to create tools tiny enough for the 28mm, 54mm, 75mm and 1/20 scale, cause i’ve a lot of various sculpting tools, but they’re of the “standard size”, so a little too big to do a good job with the tiny figures.

The base material is 1.5mm inox wire. If you heat to red-hot temperature the inox wire (using a jet lighter like this) you can easily flatten the wire using an hammer, to obtain a blade or finger shaped tip. For needle or ball point i mount the wire into the rotary tool and shape it using a file or sandpaper.

It’s very important to give the tools a real polish finishing, to improve precision and to prevent marks and scratches on the clay. For the final polishing i applied a polish compound using the rotary tool.

For the handle i used a 1cm Delrin rod, cut at the length of 12cm. Delrin is a real good material, easy to cut, drill and sand. Good alternatives are also PVC, Plexyglass and of course Wood.

Once the handle and the tips are completed i glued them togheter and added a pair of rubber grip, taken from a set of cheap ball point pens (1.5€ for six).

To give a more “smooth” look i’ve also added to one of the tools a “black satin” finish, using a heatshrink tube :)

I think that this kind of  “tiny” tools can be a great improvement in working with clay to realize small miniatures and figures.

Some pics of my work:

Hand made sculpting tools...

Hand made sculpting tools...

Ritagliare parti per modellismo con il Silhouette Cameo

Conclusi i progetti precendenti, finalmente sto iniziando ad utilizzare il Silhouette Cameo per un po’ di prove a scopo modellistico.

Per ora sto tagliando dei mascherini in vinile e delle parti in plasticard da 0.2mm e devo dire che la macchina si comporta benissimo.

Allego un po’ di foto delle prove:

Cutting Vinyl with a Silhouette Cameo

Al momento, per tagliare, sto usando una versione modificata di Robocut, un software open source per Ubuntu. In attesa di rilasciarla, chi fosse interessato può contattarmi per averne una versione libera di test.

Mascherare i pezzi con il Parafilm

Da un po’ ho scoperto il Parafilm per mascherare i pezzi da colorare con l’aerografo. Da quel che ho capito, inizialmente nasce come materiale da laboratorio, una pellicola che è possibile tirare e modellare e che viene utilizzata per sigillare le provette, senza lasciare tracce o residui tipici dei materiali adesivi.

In effetti le doti di questo prodotto sono impressionanti: si tira e si deforma aderendo ad ogni superficie, resiste ai solventi, si rimuove facilmente senza lasciare traccia e non rovina in alcun modo il colore.

Inizialmente bisogna fare un po’ di pratica, in quanto la procedura di preparazione richiede un po’ di “mano”, ma una volta capito come si comporta, diventa un prodotto insostituibile.

In pratica la procedura di utilizzo è:

– Ritagliare un pezzo di dimensione adeguata dal rotolo. Tenere presente che il parafilm prima di essere applicato va stirato, tirandolo e quindi la superficie aumenterà almeno del doppio.

– Tirare il pezzo di pellicola in tutte le direzioni. La pellicola, stirandosi, si assottiglierà ed inizierà a diventare adesiva. Ad occhio può raggiungere un allungamento massimo del 300%, ma in quel caso diventa troppo sottile e si può rompere facilmente. Per contro se non si “tira” abbastanza, non aderirà correttamente.

– Applicare la pellicola, che se ben tirata aderirà seguendo qualunque profilo, per quanto complesso. Per far aderire nei punti più complessi ci si può aiutare con uno strumento dalla punta morbida e arrotondata.

– Rifilare con un cutter (o meglio un bisturi ben affilato) le parti in eccesso e rimuoverle.

Una volta terminato il lavoro il parafilm si rimuove sfogliandosi.

The Brawler: masking with parafilm

Oltre che per la mascheratura dei profili complessi il parafilm può essere utilizzato anche per “impacchettare” i pezzi colorati in precedenza e che vanno inseriti all’interno di altre parti:

parafilm

Infine, il parafilm industrialmente viene venduto in rotoli di parecchi metri, ad un costo unitario abbastanza elevato. Fortunatamente ho trovato su eBay.co.uk un venditore che lo vende anche a singoli metri, con un costo decisamente più abbordabile. Tenete presente che per l’uso modellistico, un paio di metri di parafilm probabilmente sono una scorta vitalizia 😀

L’indirizzo diretto del venditore eBay è questo: http://stores.ebay.co.uk/Pens-And-Things-Shop/_i.html?_nkw=Parafilm

Bandai Gundam: NZ-666 Kshatriya in 1/144 WIP 5

Modifiche ai binders

Sicuramente i binders sono l’elemento più caratteristico dello Kshatriya, per questo ho deciso di dedicarci un po’ di tempo. Le modifiche si sono concentrate principalmente sul meccanismo dei grabbers e sulla definizione degli scarichi.

La cosa più interessante del processo è sicuramente il fatto che sono riuscito a procurarmi dei bellissimi tubolari a catena, recuperati da della bigiotteria comprata in un emporio cinese. E’ incredibile quanto materiale si trovi per un paio di euro :)

Tubature e condutture.

I vari lavori di dettaglio:

Supporti reggi pezzi per aerografo

L’idea di questi semplici supporti reggi pezzi per aerografo non è originale, anzi ci sono un sacco di soluzioni “commerciali” disponibili, ma piuttosto di spendere 15€/20€ ho preferito proseguire per una strada “autarchica”.

Ho comprato 10 connettori a coccodrillo, presso un negozio di materiale elettrico (0.17€ cadauno) più una busta di spiedini in legno.

Una pinza ha fatto il resto:

In 5 minuti avevo 10 supporti per tenere i pezzi durante la colorazione ad aerografo…

Un pezzo di polistirolo che funga da base per infilzarli e la postazione di colore è completa.