6315817996_3eab0f71b5_z

Alcool Bianco, l’alcool isopropilico da supermercato.

Oggi, durante il giro al supermercato di zona (un “Famila”) per la spesa settimanale, mi è cascato l’occhio su una bottiglia interessante, nell’area detersivi; sull’etichetta principale un laconico “Alcool Bianco”, ma su quella degli ingredienti un ben più interessante “Alcool Isopropilico”.

Per chi non lo conoscesse, l’alcool isopropilico è l’ingrediente principale (direi al 99,9%) del diluente Tamiya per Acrilici X-20A (il “tappo bianco”). Inoltre è un ottimo prodotto per scolorare i modelli dipinti ad acrlico, in quanto non intacca minimamente plastica, resina e metallo.

Inoltre è perfetto per pulire pennelli e aerografo e per sgrassare i modelli prima della prima mano di colore.

Come prima prova ho provato a spruzzarci del colore Tamiya e il risultato è stato virtualmente identico a quando diluisco con il diluente Tappo Bianco. L’asciugatura è molto più lenta di quanto sono abituato ora con i dilenti più volatili (Nitro e Acetone), ma è perfetta per applicare colori lucidi o trasparenti.

Anche l’effetto “detergente” sui pennelli e su pezzi colorati è molto buono, confermando la natura del prodotto, ovvero si tratta proprio di alcool isopropilico diluito.

A questo punto ho pensato di affrontare un’altro dei miei chiodi fissi, ovvero la diluizione dei Vallejo Model Color. Questo colore mi ha sempre causato problemi di diluizione e di applicazione con i diluenti classici e ormai li uso come metro di paragone per valutare la “qualità” di un diluente.

Anche in questo caso questo “Alcool Bianco” si è comportato molto bene, diluendo in maniera prevedibile il colore e non causando alcun effetto di “clogging”, ovvero l’aggregazione che presentano i vinilici se si prova a diluirli con diluenti troppo “aggressivi”. (Nella foto a sinistra il vallejo diluito con il prodotto in prova, a destra con diluente nitro):

Ho fatto anche una prova di applicazione, usando come aerografo un Iwata HP-BP con duse da 0.2, quindi piuttosto sottile e i risultati sono stati più che buoni:

Sono stato piuttosto sopreso dal fatto di trovare un prodotto “a base” di alcool isopropilico in un supermercato. Stupito, perchè mi era sempre stato piuttosto difficile procurarmi l’isopropilico e ho rimarcato “a base” per il fatto che sicuramente questo da scaffale è molto più diluito di quello industriale che utilizzavo di solito. Il che comunque non è per forza un male, se lo si usa come detergente o diluente “morbido”.

La bottiglia da 500ml costa 1.89€

41 pensieri su “Alcool Bianco, l’alcool isopropilico da supermercato.”

  1. Ciao volevo chiedere una cosa sto per ordinare aerografo nuovo da spraypal questo Harder & Steenbeck Evolution Two in One che ha ago da 0.2 che userei per colorare e anche uno da 0.4 che lo userei per dare il primer;Una cosa la diluzione del colore cambia con un ago d 0.2 o e la stessa del 0.3 cioè il 1:1?

  2. Ciao Denis,
    la diluizione dipende più che altro dal tipo di effetto che vuoi ottenere (più diluito per velature e sfumature, meno diluito per le mani coprenti). In genere, se usi duse più piccole conviene diluire di più il colore per aver maggiore controllo e poter usare pressioni più basse, ma vedrai che dipenderà più dalla tua mano e dalla tecnica che dalla dimensione della duse. In generale ti consiglio di provare anche diluizioni maggiori rispetto alla 1:1, vedrai cambiare molto l’effetto finale.

    Ciao :)

  3. Caro, io ti devo chiedere una cosa, ultimamente sto usando l’aerografo se diluisco i Vallejo con l’acqua, mi si secca sull’ago dopo poco, se uso il diluente Gaia peggio ancora, mi fa i grumi, che fare? che mi consigli???

    Un abbraccio!

  4. Ciao Giovanni carissimo,

    purtroppo i Vallejo sono comunque proni al problema dell’essiccamento, in qualunque maniera tu li diluisca.

    Io al momento mi trovo molto bene con i loro diluente specifico, che trovi anche in bottiglia, altrimenti puoi usare questo alcool bianco, che ho descritto nell’articolo o un mix 50/50 di acqua distillata e vetril.

    Migliora la situazione ma nessuno di questi prodotti la risolve. In ogni caso c’è da consolarsi… nel video di Mig “Color Modulation”, l’autore spiega chiaramente che con i vinilici l’ago va pulito frequentemente e lui lavora senza la corona di protezione e con un fazzolette imbevuto di diluente a portata di mano… :)

    Spero di incontrarti presto!

  5. Caro Denis, grazie mille!

    Carissimo Alessimo, sei sempre il meglio, il tuo blog e’ uno delle mie leture di riferimento, sei il mio piccolo Archimede Pitagorico, le sai tutte!!!

    Quando ci incontriamo?? Venit con Vittorio a trovarmi, chiedete un giorno di permesso alle vostre mogli!!!!!!

    Un abbraccio

    Giovanni

  6. Ciao scusa la rottura dicevi che isopropilico si può usare per scolorare le miniature.Intendi tenerle in immersione per un certo quantitativo di tempo tipo 1 ora o più,o in un altro modo ?Grazie

  7. Allora, con l’alcool isopropilico concentrato bastano pochi minuti. Prima immergo il pezzo completamente, poi rimuovo il colore con un pennello vecchio. Con quello da supermercato, che è più diluito, bisogna lasciarlo immerso per più tempo. In ogni caso l’alcool non rovina ne plastica ne resina ne metallo bianco, quindi si può lasciare il pezzo in immersione senza problemi.

  8. Buongiorno; oltre all’ “alcool bianco” descritto nell’articolo e che cercherò immediatamente al supermercato, volevo sapere dove si può trovare quello puro poichè temo che per l’utilizzo che debbo farne l'”alcool bianco” non sia adatto a causa del profumo di limone. Un grazie in anticipo per la risposta.

    1. Mi spiace ma non posso aiutarti, perchè non ho mai acquistato alcool puro. L’alcool isopropilico puro forse potresti trovarlo nei negozi di elettronica, dove viene usato per la pulizia dei componenti. Fammi sapere!

  9. Una piccola osservazione sul formato della bottiglia di alcool bianco…non è da 500 ml come scritto nell’articolo ma da 750 ml; costo da leroy merlin a Torino, 1,90 euro.

    Ciao

    1. Ciao! Grazie per la precisazione. Hai ragione, quella nella foto è la bottiglia da 750ml, esiste anche la versione da 500ml, al momento disponibile nei mercatone Uno a 1€.

  10. ciao,a proposito di alcol isopropilico provate l’alcol per gomma lacca acquistabile presso i colorifici(€7 al litro)…ottimo non secca l’ago e si puo’ usare puro,
    provate inoltre a fare un mix di acetone puro,alcol e acqua(40%+40%+20%)per gli acrilici e’ ottimo mentre per le lacche e’ meglio l’acetone puro(le lacche gaianotes o mr color per intenderci)

    1. Tramite un amico ottico che lo compra all’ingrosso. Non so aiutarti per venditori al dettaglio. Qualcuno dice di averlo trovato nelle farmacie più fornite, ma non posso confermartelo. Online dovrebbe averlo Antichità Belsito. Ciao :)

  11. torno da 2 anni di model air in cui ho sempre usato la tua tecnica diluente lacquer+acqua (50/50) e mi sono trovato abbastanza bene,ora sto valutando se continuare a usare o quello o passare all’alcol bianco,tu con quale ti trovi meglio?

      1. …e costa meno,grazie dell’aiuto! appena finisco il lacquer passo all’isopropilico 😀
        tra l’altro,sai che lasciando al sole il classico alcol rosa,dopo qualche ora diventa trasparente?
        anche se essendo proprio un composto diverso dall’isopropilico non so come vada

  12. ciao ragazzi…posso chiedervi se l’isopropilico può essere usato le alcohol torch o per le alcohol lamp? temo possa esplodere o incendiarsi…

    1. Mai usato per scopi differenti dalla pulizia degli utensili e la diluizione.
      Quello che compri al supermercato, quello per pulizia intendo, non penso sia nemmeno infiammabile, vista l’alta diluizione. Quello puro invece è altamente infiammabile.

  13. Ciao. Grazie per l’articolo, quindi se metto a mollo per un po di tempo una miniatura di plastica già colorata e da decolorare in questo prodotto, la pittura viene via?

    1. Si. Io l’ho usato con miniature in metallo bianco, plastica e resina senza nessun problema. Naturalmente ti consiglio di fare prima una prova su un pezzo non importante o su uno scarto.
      In alternativa puoi provare ad usare gli sgrassatori liquidi (ottimo quello “Chante Clair”) sempre mettendo il pezzo in ammollo.

      Ciao!

      1. Ciao e grazie per la risposta. Già uso lo chantclaire era per capire se questo prodotto potesse sostituire il decantato dettol liquido. Tra alcool bianco e chantclaire chi togliere meglio?

          1. Ciao e grazie ancora. A questo punto la domanda è tra l’alcool bianco e l’olio dei freni, che tu sappia quale è il migliore per sverniciare le miniature di plastica?

          2. L’olio dei freni non l’ho mai usato, anche se so che molti lo usavano. Il problema è che è estremamente tossico, quella dell’alcool/chante clair è una alternativa meno pericolosa…

  14. Capito. Più che altro è per capire sé il vero alcool fosse più forte dello chantclaire, perché il dettol liquido(reperibile solo negli uk a spese di spedizione alte) famoso per togliere letteralmente la vernice dalle miniature contiene lo stesso slcool isopropilico ma in quantità minore. Ho già trattato nello sgrassatore ma è rimasto un po di primer sotto è volevo capire sé l’alcool vero riusciva dove lo chantclaire non arriva. Grazie ancora per la disponibilità.

    1. Allora, l’alcool del supermercato contiene una quantità limitata di isopropilico, quindi va bene per diluire i colori, pulire i pennelli, etc ma per una rimozione profonda del colore è meglio lo chante claire. Discorso diverso invece per l’isopropilico puro, che è estremamente efficace. Io lo trovo nei negozi di elettronica e di ottica, viene usato per pulire i circuiti e per la manutenzione delle fotocopiatrici e delle stampanti. Prova a chiedere in giro, dovresti trovarlo e costa pochi euro al litro.

  15. Scusa, ma non ho capito quale alla fine sia il miglior diluente per i vallejo model color?! E in che proporzioni più o meno lo diluisci ?

    1. Ciao! Io sto continuando ad usare questo alcool bianco, che funziona bene sia per diluire che per pulire…

      La diluizione la faccio in base a cosa devo fare (base più coprente o velature più trasparenti), comunque da 1:1 in su, con diluizioni anche più spinte.

        1. In genere con l’aerografo principale, che è uno 0.2, lavoro con pressioni sotto il mezzo bar, a volte arrivo fino a 0.2 bar o meno se diluisco molto e devo fare delle velature…

  16. È che il propilico è puro alcool mentre quello bianco da supermercato oltre al profumo, contiene saponi (tensioattivi) facilmente riscontrabili nell inci.

  17. Mi anno detto che l’alcol isopropilico serve per pulire il parabrezza dell’auto dal ghiaccio diluito con due terzi di alcol e uno di acqua….qualcuno lo ha provato ?

Lascia un Commento, lo apprezzerò molto!